Mr Fabrizio RootsAndCulture Lagana' website

Welcome

Username or Email:

Password:




[ ]
{NEWSTITLE}

BLACK UHURU

on lunedì 28 novembre 2011
by admin author list
in Articoli

BLACK UHURU


Il gruppo dei Black Uhuru nacque in Jamaica nel 1974 ed era formato da Rudolph 'Garth' Dennis, Derrick 'Duckie' Simpson e Don Carlos.

Cominciano a registrare il loro primo disco nel '75, intitolato 'Romancing To The Folk Song', una cover dell'originale di Curtis Mayfield e stampato su etichetta Dynamic Top Cat. Il nome 'Uhuru' è derivato dalla lingua Swahili e significa 'libertà', il quale venne usato nelle prime registrazioni in studio e dopo in fase di stampa del disco, il gruppo veniva chiamato solamente 'Uhuru'.

Ma subito dopo l'uscita del singolo, il quale non ebbe un successo sperato, sia Rudolph 'Garth' Dennis che Don Carlos nel 1976 lasciarono il gruppo per andare, il primo dai 'Wailing Souls', altra band storica del roots dello Studio One di Coxsone Dodd, ed il secondo con Don Carlos verso la carriera da solista. Al momento era rimasto solo Duckie Simpson, ma dopo aver ascoltato due canzoni di Michael Rose, 'Born Free' registrata negli studi di Vivian 'Yabby You' Jackson e 'Guess Who's Coming To Dinner' registrata per Winston 'Niney The Observer' Holness, l'idea del 'Lead Singer' fu messa in pratica subito.

Quindi con l'arrivo anche di Errol Nelson, proveniente da un altro gruppo storico come 'The Jays', la seconda formazione ufficiale dei Black Uhuru era fondata con Duckie Simpson, Michael Rose e Errol Nelson.

Il 1977 è l'anno cruciale per il gruppo, con la registrazione del primo album dal titolo 'Love Crisis' e nel 1981 registrato anche con un altro titolo 'Black Sounds Of Freedom' (fate attenzione al doppione!) con musicisti di altissimo valore tecnico e professionale come Sly'n'Robbie, Earl Chinna Smith, Eric 'Bingy Bunny' Lamont, Winston Wright, Keith Sterling, Gladstone Anderson, Bobby Ellis, Headly Bennett e con Johnny Osbourne all'armonica.

Un disco da ascoltare sempre anche se sono passati 25 anni, il sound ipnotico della voce di Michael Rose, la ritmicità della band sono tutti ingredienti di un capolavoro musicale. Dopo l'uscita del disco, Errol Nelson ritornò nel gruppo di provenienza 'The Jayes' ed arrivò a far parte del gruppo una cantante Sandra 'Puma' Jones, proveniente dallo staff del Re del Nyabinghi 'Made In Jamaica' Ras Michael And The Sons Of Negus, completando così la formazione dei Black Uhuru.

Nel '79 registrarono l'album 'Showcase', accompagnati sempre dalla coppia basso e batteria con Sly'n'Robbie e con i quali accompagneranno i Black Uhuru per molto tempo nel percorso della loro discografia ufficiale.

Le canzoni che vorrei segnalarvi sono: 'Abortion', 'General Penitentiary' e 'Shine Eye Gal' e grazie a questo album fece stipulare nello stesso periodo il contratto con la Island Records di Chris Blackwell.

Nel 1981 venne organizzato anche un Tour europeo straordinario che portò nel 1982 alla registrazione del disco 'Tear It Up Live' con canzoni trascinanti ed ipnotiche con la voce di Puma Jones e le liriche di Michael Rose, un disco davvero indimenticabile.

L'accordo con la Island Records consisteva nella registrazione di circa sei albums, tutti elencati nella discografia, fino al 1986 quando si cambiò drasticamente compagnia, passando alla 'Ras' di Doctor Dread.

I Black Uhuru continuarono a registrare ottimi album con 'Sinsemilla' nel 1980, 'Red' nel 1981, 'Chill Out' nel 1982, 'Anthem' nel 1984 fino ad un cambiamento drastico nel futuro percorso del gruppo, quando Michael Rose nel 1986 lasciò il gruppo per proseguire da cantante/solista.

Dopo l'addio di Michael Rose, arrivò Junior Reid nel gruppo ma non fu un successo effettivo, poichè quasi subito anche lui decise di proseguire da solo come cantante/solista e nel '90 dunque arrivarono di nuovo sia Don Carlos che Rudolph 'Garth' Dennis, ma incredibile come coincidenza, il 28 Gennaio 1990, Sandra 'Puma' Jones moriva a soli 37 anni di cancro a New York e fu uno shock collettivo per tutto il gruppo. 'Puma' venne sostituita con Olafunke ed il gruppo potè di nuovo iniziare ad organizzare nuovi lavori in studio, con 'Now' nel '90, 'Iron Storm' nel '91, 'Mystical Truth' nel '92, fino ad arrivare all'ultimo disco realizzato l'anno scorso 2001, con 'Dynasty'.
Nel corso di tutti gli anni '90, i Black Uhuru hanno perso quel fascino di un tempo, dalle dolci ballate melodiche di Michael Rose e Puma Jones con il sound potente di Sly'n'Robbie affiancati da altri ottimi ed importanti musicisti come Ranchie McLean, Robert Lynn, Keith Sterling, Mikey Chung, Santa Davis, Style Scott che hanno accompagnato il gruppo per pi? di un decennio.

Ora la formazione ufficiale è composta da Duckie Simpson e Andrew Bees, ma dopo averli visti e sentiti l'anno scorso al 'Rototom Sunsplash 2001' mi sembrano lontanissimi anni luce dai Black Uhuru che conoscevo un tempo.




DISCOGRAFIA ALBUM



LOVE CRISIS - (=BLACK SOUNDS OF FREEDOM) - THIRD WORLD - 1977

BLACK SOUNDS OF FREEDOM - (=LOVE CRISIS) - GREENSLEEVES - 1981

BLACK UHURU - VIRGIN - 1979

SINSEMILLA - (=STALK OF SENSIMILLA) - ISLAND - 1980

STALK OF SENSIMILLA - (=SINSEMILLA) - TAXI - 1980

RED - ISLAND - 1981

SHOWCASE - TAXI - 1981

GUESS WHO'S COMING TO DINNER - TAXI - 1981

CHILL OUT - ISLAND - 1982

TEAR IT UP LIVE - ISLAND - 1982

THE DUB FACTOR - TAXI - 1983

ANTHEM - ISLAND - 1984

UHURU IN DUB - CSA - 1985

REGGAE GREATS - (Compilation) - ISLAND - 1985

BRUTAL - RAS - 1986

BRUTAL DUB - RAS - 1986

POSITIVE - RAS - 1987

POSITIVE DUB - RAS - 1987

LIVE IN NEW YORK CITY - ROHIT - 1988

NOW - MESA - 1990

NOW DUB - MESA - 1990

IRON STORM - MESA - 1991

IRON STORM IN DUB - MESA - 1991

MYSTICAL TRUTH - MESA - 1992

STRONGG - MESA - 1994

STRONGG DUB - MESA - 1994

REUNIFICATION - FIVE STAR - 1998

DYNASTY - RAS - 2001


e107 Italian Team 2009
This site is powered by e107, which is released under the terms of the GNU GPL License.