Mr Fabrizio RootsAndCulture Lagana' website

Welcome

Username or Email:

Password:




[ ]
BLACK ROOTS - ON THE GROUND

BLACK ROOTS - ON THE GROUND

Posted by  admin
black_roots.jpg
Innanzitutto ho conosciuto da poco tempo l'etichetta Bristol Archive Records, proprio l'anno scorso quando hanno pubblicato una compilation meravigliosa dal titolo 'Bristol Reggae Explosion 1978-1983'. Conteneva 14 brani del reggae frizzante, e soprattutto dedicato a tutte quelle band di Bristol dalla fine degli anni '70 ai
primi anni '80. Non avevo idea che Bristol aveva avuto un ricco patrimonio di artisti reggae, che presumo erano il punto di raccolta ed in larga misura, l'idea che stava dietro il "Bristol Records Archive".
Anche se non ha avuto una certa esposizione pubblicitaria, il reggae è diventato attenzione dell'etichetta anche perchè tutti gli album della serie "Bristol Reggae Explosion", ed ora ne sono stati registrati ben tre volumi riscuotendo in Inghilterra un tale successo ed un ottimo accolto.
Il successo di questi album ha fatto si che l'etichetta Bristol Archive Records stanno allargando la loro rete in modo eccitante. Un altro risultato del successo di questi album è stato quello di ridare luce su alcuni degli artisti presenti nell'album e dubito molto se fossi stato in grado di vedere sia i Talisman che i Black Roots che hanno suonato dal vivo a Bristol lo scorso anno senza queste compilation, due spettacoli che si sono rivelati tra i migliori dell'anno, musica senza tempo ancora giocato con passione proprio come quando le canzoni erano in fase di preparazione.
Sarebbe bello pensare che con l'uscita di questo album, i Black Roots avranno l'attenzione che meritano. Non ho mai potuto capire perchè i Black Roots non hanno ottenuto più attenzione dopo gli anni 80.
Incontrati a Roma nel luglio 1987, i Black Roots esordirono Live'n'Direct con un repertorio tratto dalle loro precedenti registrazioni in studio come l'omonimo 'Black Roots', 'The Frontline' e 'In Session' con spettacolare sezione fiati e versioni estese con dub versions.
Liricamente il commento delle loro canzoni, sono incentrati come sempre sui tradizionali temi del reggae roots, come la religione Rastafari e l'Africa stessa, ma molte canzoni dell' album "On The Ground" è sintonizzato su quello che sta succedendo nel paese al momento, così come la politica in generale.
Dai momenti di apertura di 'I Believe' c'è una cosa chiara, questo è un funky e, offrendo un ritmo rilassato che sta per accompagnare un pomeriggio di sole alla perfezione. Nonostante i toni freddi fuori dal brano, c'è anche un messaggio serio, imbattersi attraverso il contenuto lirico, vi tiene l'ascolto di quello che sta succedendo e coinvolgente con tutta la band.
'Pompus Way' continua questo approccio, ancora una volta, la costruzione delle liriche attorno agli elementi che ci si aspetta da un brano reggae, pur riuscendo a mantenere quel messaggio serio che esce dal brano. Mi piace il lato politico di musica reggae come ho sempre pensato che crea un contrasto all'interno della musica, quasi come una forma di protesta pacifica contro la società così com'è.
'If It Broke No, No Fix It' riecheggia in tutta la canzone come il messaggio chiave qui, e qualcosa che si applica allo stile di musica in questione, allo stesso tempo, dimostrando che quando hai a che fare con la classe, solo lasciare che il musica a parlare per voi e l'hanno fatto bene.
'Militancy' ancora una volta riporta la potenza della musica come strumento politico e dimostra che le radici reggae sono infatti ancora così radicate come sono sempre stati. Strati con linee di chitarra semplici ma efficaci, testi profondi e significativi e con un lento ritmo di batteria firma questo bellissimo brano.
Ascoltando le tracce successive attraverso i brani 'Earth Land', 'Oh Mama Africa' e 'Hide Out', ogni brano presenta un diverso punto di vista o la prospettiva, dimostrando che, anche se alcuni possono percepire il reggae come un semplice suono, è il modo più complesso a prima vista.
'Call Me Out', 'No Fee'.'Landscape' e 'Without Direction' per continuare a guidare l'ascoltatore, di volta in volta le canzoni presentano ritmi più pesanti, ritmi reggae basso e voce a strati, formando un suono melodico e ritmico, che è impossibile resistere.
Un altro brano dell'album è 'Capitalism', che viene compresso con un messaggio che non possiamo permetterci di ignorare, e che i Black Roots dimostrano che non hanno paura di commentare lo stato della società e scrivere la musica su di esso.
Lo stesso si può dire per l'ultima traccia del disco con 'Come And Sing', chiudendo l'album con un brano che lascia le cose su una nota alta e il vostro umore nello stato migliore possibile. Ancora una volta offrendo alcune battute morbide, lenti ritmi di reggae, la traccia finale su questo album vi chiede di dimenticare il divario nella società, e semplicemente partecipare con la band per cantare e divertirsi.

Tracklist:


01 I Believe
02 Pompous Way
03 Long Long Ago
04 Militancy
05 Earth Land
06 I Am Flying
07 Slavery
08 Oh Mama Africa
09 Hide Out
10 On The Ground
11 Call Me Out
12 No Fee
13 Struggle
14 Landscape
15 Without Direction
16 Capitalism
17 Come And Sing


DISCOGRAFIA:

Black Roots 1983 (Kick)
The Frontline 1984 (Kick)
In Ssession - BBC - 1985 (Makasound) 2008
All Day All Night 1985 (Nubian)
In a Different Style 1988 (Nubian)
Live Power 1989 (Nubian)
Natural Reaction 1990 (Nubian)
Dub Factor: The Mad Professor Mixes 1991 (Nubian)
With Friends 1993 (Nubian)
Dub Factor 2: The Dub Judah Mixes 1994 (Nubian)
Dub Factor 3: Dub Judah & Mad Professor Mixes 1995 (Nubian)
On The Frontline (2004) Makasound (compilation)
The Reggae Singles Anthology 2011 (Bristol Archive Record)
On the Ground 2012 (Sugar Shack Record / Bristol Archive Record)

LAN_COMMENTS (0) printer friendly create pdf of this news item
0 LAN_COMMENTS


e107 Italian Team 2009
This site is powered by e107, which is released under the terms of the GNU GPL License.
Privacy policy and cookies
This site use cookies in order to make it more interactive and user-friendly. If you want more informations on treatment of personal data, see our privacy policy.

If you accept cookies on your computer click on the button below and this notice will not be shown. If you do not accept, you will browse the site with no limitation, but will be warned about the use of cookies and this notice will always be visible.