Mr Fabrizio RootsAndCulture Lagana' website

Welcome

Username or Email:

Password:




[ ]
BOB ANDY - LOTS OF LOVE AND I

BOB ANDY - LOTS OF LOVE AND I

Posted by  fabrizio
andy.jpg


Keith Anderson conosciuto musicalmente come Bob Andy nasce nella zona di Westmoreland, costa occidentale della Jamaica il 28 ottobre del 1944.
Da subito viene influenzato dalla musica specialmente alla fine degli anni '50 e gli inizi dei '60 ascoltando Harry Belafonte, Sam Cooke e Lou Rawls per la musica popolare e Nat King Cole per il periodo del rhythm'n'blues.
Trasferitosi da un familiare a Kingston, frequenta il festival dei giovani talenti chiamato 'Opportunity Knocks' dove ascoltò Jimmy Tucker, e colpito dall'evento musicale, Bob Andy voleva anche lui parteciparvi, ma sua madre fu molto contraria e ci rinunciò. In questo periodo frequenta la 'Church Of England', dove incontrò Tyrone 'Don' Evans e poco più tardi fondarono il primo gruppo vocale con il nome dei 'Mighty Vikings', in piena era di altri gruppi e band importanti come Toots And The Maytals e Byron Lee And The Dragonaires.
Intanto cominciava a scrivere canzoni su canzoni e nel 1964 fondò i Paragons insieme a John Holt, Howard Barrett, Vic Taylor e Tyrone 'Don' Evans, ma l'esperienze con il gruppo fu di breve durata a causa dei rapporti intercorsi con John Holt, per la sua arroganza e imposizione come vocalist leader del gruppo. I motivi erano anche causati dall'affiatamento e dalle scelte degli altri componenti che preferivano di più la voce di John Holt, rispetto a quella di Bob Andy.
Lasciato quasi subito i Paragons, i quali si spostarono allo studio di Duke Reid al Treasure Isle, comincia a rielaborare vecchie canzoni dei Temptations, degli Impressions e dei Drifters e la prima canzone che venne registrata fu 'Love At Last', allo Studio One di Coxsone Dodd. Quì rimase per quattro anni, conoscendo tra l'altro Bob Marley And The Wailers e Ken Boothe, ed incominciò a scrivere altre canzoni anche per altri cantanti come Delroy Wilson, Marcia Griffiths e lo stesso
Ken Boothe. Bob Andy infatti rimarrà nella storia della musica reggae, per il semplice fatto che rappresenta lo scrittore della quasi totalità dei testi delle canzoni degli anni '70 e durante gli anni avvenire, potremmo trovare tra le parentesi delle tracking list, l'autore della canzone e dietro qualsiasi album di quegli anni si troverà il nome di B.Andy o K.Anderson.
Tra il 1968 ed il 1969 Bob Andy registra altri singoli presso lo Studio One, con 'Really Together', 'Feeling Soul', 'Desperate Lover', 'My Time' e 'Too Experience', canzone questa ripresa negli anni '80 da Barrington Levy, arrivando quindi al suo primo album intitolato 'Song Book' il quale vendette migliaia di copie in tutto il mondo.
Il grande successo era finalmente giunto ed anche grazie alla futura collaborazione con Marcia Griffiths, una delle più importanti voci femminili del reggae in Giamaica, che lo renderà ancora più famoso registrando insieme a lei nel 1971 due albums registrati all'Harry J Studios a Kingston intitolati: il primo 'Young Gifted And Black', titolo ripreso da una canzone di Nina Simone, e vendendo mezzo milione di copie in Inghilterra e in Europa, ed il secondo 'Pied Piper' tutti stampati sull'etichetta Harry J e nel 1972 stampati dalla Trojan Records. Attenzione quando troverete un CD sempre della Trojans, stampato nel 1995 con il titolo 'Fire Burning', non è un altro album ma è il titolo che racchiude tutti e due gli album sopra citati. La stretta amicizia con Marcia Griffiths continuerà anche nel 1975 quando registrarono l'lp 'Kemar', dopo di che Marcia proseguì la carriera formando insieme a Rita Anderson futura Marley e Judy Mowatt 'The I-Threes' il trio femminile del gruppo di Bob Marley And The Wailers, e molto più tardi nel 1987 con 'Really Together' altri due albums da collezionare e da amare con l'anima.

BOB ANDY - LOTS OF LOVE AND I - SKY NOTE 1978

TRACKLIST

Lots Of Love And I
Feel The Feeling
You Lied
Troubled Woman
My Time
Unchain Me
Stepping Free/
Mash It Up
Ghetto Stays In The Mind
Revelation


RECENSIONE:

In tutta la discografia di Bob Andy possiamo trovare vere gemme musicali, arrangiate alla perfezione sia con la sua voce perfetta che dai musicisti professionali, ed ho scelto un album rarissimo, 'Lots Of Love And I' un disco completo ricco d'armonia e da una purezza incredibile nelle sue canzoni. La storia dell'acquisto, in particolare proprio di questo disco, merita qualche riga, perchè mentre mi trovavo in Giamaica, nell'agosto del 1992, al mercato di Savanna-La-Mar non lontano da Negril, sulla costa occidentale dell'isola giamaicana, trovai una vera e propria baracca di legno con all'interno un signore che vendeva di tutto, legno, ferro, attrezzi vari e....alcuni dischi posti in un baule, come quello della nonna per esempio, che credevo contenesse roba di un certo valore, ed infatti quando ho visto i dischi poggiati ad uno ad uno per bene, li ho cominciati a guardare e sfogliando tra gli albums è spuntato fuori quello di Bob Andy.
Lui, il signore con ampio ed incredulo stupore mi dice: "Tu conosci Bob Andy?", ed io gli risposi: "Certo che lo conosco, stò cercando vecchi album di tanti artisti, ma non li riesco a trovare", a questo punto mi tira fuori altri album di Delroy Wilson e Johnny Osbourne e gli dico se vendeva anche questi; "Certo, ma io sono specialmente contento che tu conosca Bob Andy, è il più grande di tutti, e questo te lo regalo col cuore". Beh in Giamaica se ti regalano qualcosa vuol dire che hai lasciato il segno, un buon ottimo segno.
Tornando al disco vero 'Lots Of Love And I', Bob Andy racchiude in un colpo solo tutta la sua capacità di grande scrittore e di perfetto cantante della musica reggae-roots-lovers di tutti i tempi.
La nascita dell'album avvenne quando Bob, non trovandosi più a suo agio con le registrazioni e con i vari produttori era disgustato dal mondo discografico ed un giorno Marcia Griffiths, sua compagna di vita per un periodo, gli telefonò dall'ufficio di Sonia Pottinger, l'unica produttrice del reggae in assoluto, dicendogli se voleva registrare un album presso lo studio Treasure Isle e prodotto dalla Pottinger stessa, ed anche perchè lei gli disse che era un'artista speciale e lo voleva aiutare. Non bastava l'incoraggiamento di Marcia a convincerlo a registrare il disco, c'è voluto l'incoraggiamento in persona di Bob Marley, il quale gli disse: "It's your time now, it's your time". Finalmente convinto della reale possibilità di registrare un nuovo album, riuniti i migliori musicisti, quali David Madden, Bobby Ellis, George 'Deadly Headly' Bennett, Herman Marquis, Vincent 'Vin' Gordon alla sezione fiati, Mickey 'Boo' Richards alla batteria, 'Ranchie' McLean al basso, 'Dougie' Bryan alla chitarra, Winston Wright e Ansel Collins alle tastiera, cominciarono le prove in studio.
Da un suo racconto, incontrato per la prima volta a Londra nel novembre del 1992 presso il suo studio a Ladbroke Grove, nella zona di Notting Hill, dove si trova anche la sede della sua etichetta discografica indipendente 'I-Anka', mi introduce sulla storia travagliata di questo album dai curiosi risvolti grotteschi. Inizialmente fu quasi obbligato a farlo, senza molta voglia, ma le spinte di Marcia e Bob Marley servirono come un input decisivo alla compilazione delle canzoni da includere nell'album. Dal primo ascolto si noterà il preciso metodo di registrazione durante le produzioni di Sonia Pottinger presso la sua etichetta 'High Note', etichetta per la quale sono uscite le migliori produzioni tecniche del reggae durante tutti gli anni '70.
Già dalle prime due canzoni 'Lots Of Love And I' e 'Feel The Feeling' riempiono l'ascolto d'armonia e melodicità degna della voce di Bob Andy e accompagnata fedelmente dai deliziosi cori e duetti con la splendida voce di Marcia Griffiths. Con la canzone 'You Lied', risalta l'ottima realizzazione, grazie anche all'accompagnamento del trombone di David Madden, vero prezioso contributo anche per il suo incoraggiamento nella realizzazione del disco, delle liriche dedicate specificatamente all'amore per quasi la totalità dell'album.
Quando uscì l'album in Giamaica, purtroppo non venne pubblicizzato a dovere, e a causa anche dello strapotere discografico e commerciale di altri grandi artisti, come Jimmy Cliff, Bob Marley, Burning Spear, Culture e Mighty Diamonds nel settore roots vocal e altri cantanti come Big Youth, U Roy, I Roy, Trinity e Dillinger nel settore dj stylee, il puro sound genuino di Bob Andy faceva fatica ad emergere e ad uscire allo scoperto. Infatti la sola canzone che mettevano in radio, in Giamaica fu solamente 'You Lied' e nient'altro, come se esistesse una sola canzone nel disco. Questa nota polemica può essere anche confermata dal semplice fatto che pochissime persone conoscono questo album, nessuno ne sa nulla o quasi, un disco così ben fatto non si trova facilmente, neanche in un mercatino sperduto in Giamaica.
Un'altra canzone vincente è senz'altro 'Troubled Woman' in compagnia sempre di Marcia Griffiths, dove è curioso l'intro di pochi secondi in chiaro stile funky davvero apprezzabile per l'abilità nel cambiare ritmo e stile in una sola battuta.
Con 'My Time' invece il ritmo diventa travolgente e perfetto con i fiati che arrangeranno alla perfezione, la melodia, il sound e le voci di Bob e Marcia in perfetta sintonia. Le uniche canzoni che parlano invece della situazione reale della Giamaica di quegli anni, in particolare della generale confusione politica con i gravi problemi economici e sociali specialmente nei ghetti e delle continue aggressioni da parte dei poliziotti e dei militari sono 'Ghetto Stays In The Mind' e 'Revelation', quest'ultima ve la dedico in conclusione della recensione di Keith 'Bob Andy' Anderson, un uomo, una voce, una melodia, un solo pensiero, cantare con il cuore e con l'anima veri.






LAN_COMMENTS (0) printer friendly create pdf of this news item
0 LAN_COMMENTS


e107 Italian Team 2009
This site is powered by e107, which is released under the terms of the GNU GPL License.
Privacy policy and cookies
This site use cookies in order to make it more interactive and user-friendly. If you want more informations on treatment of personal data, see our privacy policy.

If you accept cookies on your computer click on the button below and this notice will not be shown. If you do not accept, you will browse the site with no limitation, but will be warned about the use of cookies and this notice will always be visible.