Mr Fabrizio RootsAndCulture Lagana' website

Welcome

Username or Email:

Password:




[ ]
ETHIOPIANS - REMEMBERING LEONARD DILLON

ETHIOPIANS - REMEMBERING LEONARD DILLON

Posted by  admin
leonard_dillon.jpg
Il gruppo degli Ethiopians molto importante nell'evoluzione della musica reggae, perch non iniziarono con il rocksteady come altri gruppi come i Paragons o i Jamaicans, ma seguirono un percorso artistico unico, differenziandosi dai colleghi per l'uso della ritmica.
Il leader fondatore del gruppo Leonard Dillon, nato a Port Antonio il 9 dicembre 1942 in una famiglia cristiana. Egli scopre la musica in chiesa e nel 1963 decide di spostarsi a Kingston.
Le condizioni di vita in citt sono particolarmente dure ed il lavoro non ce n', per cui ritorna per un breve periodo a Port Antonio. In citt incontra per Peter Tosh che gli proporre di realizzare un paio di singoli, i primi due della carriera, presso lo studio utilizzato dai Wailers, lo Studio One di Coxsone Dodd.
Questi due singoli s'intitolano rispettivamente Ice Water e Suffering In The Land che Dillon registra cambiando nome in Jack Sparrow.
Un giorno, mentre cammina per le strade di Kingston, Dillon ascolta due cantanti intonare dolci melodie, i due in questione sono Stephen Taylor e Aston Morris.
Da questo momento Dillon colpito dalle loro melodie li reclut per fondare il gruppo degli Ethiopians. Nel 1966 il gruppo registra sempre presso lo Studio One altri singoli come Free Man, Dun Dead Already, Own Me No Pay Me e Live Good, ma verso la fine dell'anno Aston Morris lascia il gruppo.
Quindi rimasti in due continuano ugualmente ad ottenere successo con altri singoli come Train To Skaville con la collaborazione di Albert Griffiths, pi tardi leader fondatore dei Gladiators.
Il 1967 l'anno sancito dall'uscita di altri ottimi brani prodotti da Sonia Pottinger come Engine 54, The Whip e Train To Glory e stampati su etichetta Gayfeet e nello stesso periodo gli Ethiopians registrano, per un altro produttore quale Lee Perry, Cut Down e Not Me.
Il 1968 l'anno dell'uscita del primo album ufficiale del gruppo dal titolo Engine 54, con l'arrivo del terzo componente Melvin Reid.
Il successo continuo crea un ulteriore interesse da parte di altri produttori, tra i quali Carl Johnson che tra il '68 ed il '71 fa registrare loro la famosa Everything Crash, What A Fire e la bellissima Woman Capture Man; con Harry Robinson incidono Fire A Mus Mus Tail e Reggae Hit The Town.
Nel 1970 registrano per Lloyd Daley Satan Girl, nel '71 per Derrick Harriott incidono Good Ambition, No Baptism e Lot's Wife ed ancora per Duke Reid registrano Mother's Tender Care, Pirate e Condition Bad A Yard, ma l'elenco sarebbe lunghissimo anche perch registrarono anche per altri produttori come Alvin Ranglin, Winston Riley e Joe Gibbs.
Nel settembre del 1975 Stephen Taylor venne investito da una jeep mentre stava attraversando la strada e mor in ospedale. Fu un colpo durissimo per il gruppo, e Dillon costretto a tornare a Port Antonio per due anni, e a ricontattare Aston Morris ed insieme registrano nuove canzoni tutte raccolte nell'album Slave Call uscito nel 1977 prodotto da Winston Holness, alias Niney the Observer.
L'anno seguente quindi nel 1978 venne realizzato un nuovo album dal titolo Open The Gate To Zion ed ancora successivamente l'album registrato per lo Studio One dal titolo Everithing Crash.
La vera rinascita degli Ethiopians avviene con la firma di un contratto con l'ottima etichetta americana Nighthawk Records nel 1983 e l'immediata realizzazione dell'album Dread Prophecy insieme ai Gladiators nel 1986.
Durante gli '90 il gruppo ha realizzato altri albums come The World Goes Ska, Tuffer Than Stone, On The Road Again, One Step Forward, e un album per lo Studio One intitolato Mystic Man.
Leonard Dillon recentemente nel 2009, ritorn in studio studio con il leggendario gruppo dei Silvertones per registrare un altro album dal titolo Original Hitmakers From Jamaica, Volume 1: Leonard Dillon The Ethiopian.
Gli Ethiopians sono stati una delle pi popolari e prolifiche formazioni vocali giamaicane, soprattutto durante gli anni '70, con il loro sound genuino e puro ed alle collaborazioni con i maggiori produttori giamaicani.
Purtroppo nel giugno del 2011 gli venne diagnosticato un tumore al cervello che per fortuna gli venne rimosso, ma il tumore aveva colpito la prostata ed il 28 settembre egli mor all'et di 68 anni e lasciando sette figli; Leonard the original Ethiopian.

LAN_COMMENTS (0) printer friendly create pdf of this news item
0 LAN_COMMENTS


e107 Italian Team 2009
This site is powered by e107, which is released under the terms of the GNU GPL License.
Privacy policy and cookies
This site use cookies in order to make it more interactive and user-friendly. If you want more informations on treatment of personal data, see our privacy policy.

If you accept cookies on your computer click on the button below and this notice will not be shown. If you do not accept, you will browse the site with no limitation, but will be warned about the use of cookies and this notice will always be visible.