Radici Nel Cemento - 7


 e107    01 ott : 17:43
 LAN_NONE    Misc

radici.jpg

Ci confessiamo: abbiamo scoperto da poco questa piccola perla 7, il settimo album dei Radici Nel Cemento distribuito come sempre da Goodfellas.


Ci confessiamo: abbiamo scoperto da poco questa piccola perla 7, il settimo album dei Radici Nel Cemento distribuito come sempre da Goodfellas.
A distanza di quattro anni dalla sua usicta lo stiamo apprezzando proprio in questi giorni e abbiamo pensato che fosse il caso di spenderci due parole.
Giulio Ferrante e soci, a distanza di vent'anni, rimangono una conferma nel panorama musicale reggae del Belpaese. Il loro inconfondibile stile, un mélange trasteverino-giamaicano, ben si sposa con il genere che proprio per sua natura e cultura parte dal basso, dal popolo. Le liriche sono semplici e dirette spesso un puro divertissement dialettale ma troviamo anche liriche più impegnate; le basi spaziano dal calypso allo ska e al roots passando per il rocksteady strizzando l'occhiolino perfino al punk meno arrabbiato e al genere militante il tutto in un impeccabile stile big band. Sound corposo che avvolge e trascina, merito, con molta probabilità, della gavetta fatta a suo tempo con Laurel Aitken che molto di lui ha lasciato loro.
In 7 ci sono, come è solito nel reggae, ottime collaborazioni: da Juila Kee, che tanto avevamo apprezzato live con i Mamaroots eoni fa, con la sua splendida voce di velluto e "raggamuffina" nel roots di Soleluna; Ginko outta Villa Ada nel trascinante rocksteady di Romareggaeroots e Sigaro in Ya Basta!-Tierra Y Libertad.
Degni di nota inoltre sono Nina, una ballad ska, che molto, molto vagamente ricorda E Io Ero Sandokan brano presente sul secondo album dei Radici Nel Cemento Popoli In Vendita e La Skampagnata la cui base è un riarrangiamento in chiave ska de Er Tranquillante Nostro di Gigi Proietti.
Inoltre da segnalare sono le quattro basi ghost-version in chiusura di album: Movimento Lento Version, Romareggaeroots Version, Libera Version e Soleluna Version.
E ancora una volta per i Radici Nel Cemento il colpo è andato a segno. A quando il prossimo lavoro?


Tracklist

01. Movimento Lento
02. Romareggaeroots
03. Libera
04. Quello che io cerco
05. Se voi cambià
06. Soleluna
07. Nina
08. La guerra di Tore (Burning Fire)
09. L’acqua
10. Piazza Giuliani
11. Ya Basta! – Tierra Y Libertad
12. Tuta e pigiama
13. La skampagnata
14. Stand by
15. Movimento Lento Version
16. Romareggaeroots Version
17. Libera Version
18. Soleluna VersionRadici







This news item is from Mr Fabrizio RootsAndCulture Lagana' website
http://rootsandculture.it/news.php?extend.123